IT - Wallpaper

“It”: quando l’horror diventa metafora della condizione umana

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, Settima Arte

Con questa prima opera cinematografica su “It”, Andrés Muschietti ha ridefinito i parametri dell’horror sugli omicidi seriali segnando un sentiero di crudeltà ed efferatezza seguito da molti. La regia è elegante ed efficiente, tesa a dare modernità estetica a una vecchia serie televisiva. In ogni caso si percepisce la consapevolezza di Muschietti di essere lontano dal romanzo di King ma nonostante tutto riesce a creare una vera e propria tensione asciutta e effetti speciali capaci di tradurre il ritmo del romanzo con efficacia e certezza al fine di mostrare quell’amorfo e intricato insieme di paure che alberga nei recessi dell’animo umano.

22195956_490057871374377_8175881811032705732_n

“Badia Lost and Found”: alla ri-scoperta della bellezza nel cuore di Lentini

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Pathos, Recenti

«La bellezza salverà il mondo». Furono queste le parole – insieme a molto altro – che lo scrittore e filosofo russo Fëdor Dostoevskij ha tramandato ai posteri. Un dono da custodire, ma soprattutto da assolvere: affinché il presente sia in grado di preservare la civiltà, onorando il passato e gettando le basi per il futuro. Eredità filosofica brulicante per il globo, ha varcato i confini di una ridente angosciata Lentini conquistandone letteralmente le mura, dopo averla colta nell’intimo: il suo centro storico. Un viaggio alla ri-scoperta della bellezza, del cuore e dell’anima, da cui non potevamo certamente esimerci. Ed è per questo che abbiamo deciso di interloquire con una guida d’eccezione, Giorgio Franco, tra i pensatori/ideatori del progetto che andremo a focalizzare.

arthur-rimbaud-9458957-1-402

Enfant prodige, poeta e genio maledetto: la vita di Arthur Rimbaud

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Pathos, Recenti

Arthur Rimbaud è considerato uno dei poeti più rivoluzionari del suo tempo: giovane artista controcorrente, prese parte ai fermenti sociali e politici del suo Paese, influendo con le sue idee nella produzione di profondi cambiamenti in ambito letterario e artistico. Come un boomerang di sovversione ed irrequietezza, egli contribuisce alla creazione di espressioni rivoluzionarie che incideranno su tutte le correnti artistico-letterarie seguenti.

Author Kazuo Ishiguro poses for the media outside his home, following the announcement that he has won the Nobel Prize for Literature, in London, Britain October 5, 2017. REUTERS/Toby Melville     TPX IMAGES OF THE DAY

Kazuo Ishiguro: le infinite sorprese del Premio Nobel

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Il consiglio del Libraio, Letteratura e Cultura, Recenti

Lo scorso 5 Ottobre, alle tredici in punto, la delegata della Svenska Akademien – davanti a una nutrita folla di giornalisti in attesa – ha annunciato il nome del vincitore del Nobel per la Letteratura. Quest’anno, ad aggiudicarsi il prestigioso premio, è stato il romanziere giapponese naturalizzato britannico Kazuo Ishiguro. Una decisione che lascia parzialmente sbigottiti: scopriamo insieme il perché.

Italia1750M

“De vulgari eloquentia” di Dante Alighieri: gli albori della nostra lingua

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Recenti, Zibaldone

Dante Alighieri viene spesso identificato come il padre della lingua italiana. Sarebbe più opportuno affermare che egli sia stato l’unico autore ad essere riuscito a darle piena coscienza delle potenzialità stilistiche e artistiche di cui poteva disporre, in un periodo in cui essa era ancora in piena formazione e in via di sviluppo. I risultati di questo suo intento sono riscontrabili chiaramente sia all’interno della “Divina Commedia” sia, in maniera più tecnica ed evidente, nel “De vulgari eloquentia”.