Song to Song

“Song to Song”: un sistema o una formula?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, Settima Arte

Si sa che l’opera complessiva di un autore prima o poi finisce per formare un “sistema”, ovvero un ordine progettuale e consapevole di elementi stilistici e tematico/narrative, che presiede all’insieme del suo cinema e in qualche misura lo prevede. Terrence Malick, secondo la maggioranza dei critici e degli analisti, rientra ormai nel gruppo dei “sistematici”. Eppure le informazioni sul metodo di lavoro di Malick, che si rivela molto originale, confermerebbero l’esistenza non tanto di un sistema – più o meno chiuso – ma proprio di una “struttura” radicale. Il “sistema”, quindi, si sarebbe trasformato in una “formula”.

OE-Blog-140915-EU-MigrantSummit

L’insostenibile leggerezza dell’Europa, in campo internazionale (e non)

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Human Rights, Politica ed Economia, Recenti

«L’Europa non potrà farsi in una sola volta, né sarà costruita tutta insieme; essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto». Chi scrive è una convinta europeista. Ma chi scrive non ci riesce proprio a festeggiare un’Europa che si è trasformata in un “Golia burocratico e tecnocrate”, sempre più distante da quei valori etici e morali che avrebbero dovuto essere i pilastri del suo avvenire. Non abbiamo smesso di sperare in un’Europa come casa per/di tutti, una casa che si erge a fortezza del rispetto dell’essere umano. Vogliamo solo che le istituzioni comunitarie se lo ricordino e agiscano di conseguenza.

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 25:  Mauro Icardi of Inter during the Serie A match between FC Internazionale and Bologna FC at Stadio Giuseppe Meazza on September 25, 2016 in Milan, Italy.  (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Giallo nerazzurro: quale allenatore per l’FC Internazionale Milano?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Centrocampo, Recenti, Scienza e Salute

Mentre la Juventus FC superava in scioltezza l’AS Monaco nella semifinale di ritorno di UEFA Champions League, sfoggiando maturità, solidità ed un incontrastato dominio tecnico-tattico, le agenzie di stampa cominciavano a battere la notizia dell’esonero di Stefano Pioli dall’incarico di allenatore dell’FC Internazionale Milano, con il ruolo assegnato ad interim all’allenatore della Primavera Stefano Vecchi. Lo psicodramma nerazzurro trovava il proprio compimento con tempismo beffardo, concretizzandosi proprio mentre una delle proprie storiche rivali si affacciava alla finale di UCL, con concretissime chance di diventare la seconda squadra italiana, proprio dopo l’Inter del 2010, capace di completare il “Triplete”.