Barriere - Wallpaper

“Barriere”: certe barriere vanno abbattute

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, Settima Arte

«il significante cinematografico non lavora per proprio conto ma è tutto intento a cancellare le tracce dei suoi passi, ad affacciarsi immediatamente sulla trasparenza di un significato, di una storia che in realtà è costruita da quel significante ma che esso finge solo di “illustrare”». “Barriere” (“Fences Movie”), diretto e interpretato da Denzel Washington, è un film costellato di indizi e “segni” che fanno andare avanti la storia, contribuiscono alla sua costruzione senza volerlo dare a vedere ma che, al contempo, se debitamente isolati, possono rivelarne altri aspetti, quelli meno ovvi e per questo più interessanti.

About Enrico Riccardo Montone

REDATTORE | Classe 1993, laureato in Comunicazione. Amante del cinema, è recensore di film. Cresciuto a pane e Stanley Kubrick, miscelati al culto per Federico Fellini, si impegna in iniziative ambientali. Nel 2014 ha scritto il libro "A ciascuno il suo cinema".

1-Fsr6aJR8NDKmkgWXnxWTPg

Zinaida Serebrjakova: arte come vita

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Costume e Società, Little Italy, Recenti

Quando nell’Aprile di quest’anno il principale museo di Mosca, la Galleria Tret’jakov, ha inaugurato la sua mostra dedicata a Zinaida Serebrjakova, lunghe file si snodavano dall’ingresso e le disponibilità dei biglietti erano presto esaurite. Il 2017 non è stato scelto a caso per organizzare questo evento: si tratta infatti del 50° anniversario dalla morte della pittrice e sono trascorsi anche cent’anni dalla Rivoluzione del 1917, periodo in cui il destino dell’artista, assieme a quello di molti altri esponenti dell’intelligencija, è stato irreversibilmente stravolto.

About Irene Iacono

CORRISPONDENTE DALL'ESTERO | Classe 1986, originaria di Cavazzo Carnico (UD). È laureata ad Udine in Traduzione e Mediazione culturale. Vive a Mosca ma, appena può, si rifugia tra le montagne della Carnia. Le sue passioni sono la letteratura, i viaggi, le lunghe camminate, il cinema americano classico e la sua gatta Zuzula.

venezuela

Il bipolarismo del Venezuela

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Politica ed Economia, Recenti, Sguardo sul Mondo

In Venezuela la popolazione è sul lastrico: nelle sale operatorie mancano tavoli e fili di sutura, sono ricomparse difterite e peste, mancano i medicinali e il cibo scarseggia. Nonostante un referendum e le continue manifestazioni volte a esprimere l’insoddisfazione verso Nicolás Maduro, il Presidente sta perseguendo il suo disegno di instaurare una dittatura.

About Stella Sacco

REDATTRICE | Classe 1986, con doppia cittadinanza italiana e napoletana. Giornalista con una laurea triennale in Scienze della Comunicazione a Napoli e una magistrale in Scienze Politiche a Bologna. È curiosa e si interessa di tutto, in particolar modo di politica & attualità e di marketing & comunicazione. Tra esperienze lavorative in copywriting e concerti, sogna un futuro in qualunque posto del mondo.

sud-sudan1

Tragedia e disperazione in Sudan del Sud

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Human Rights, Politica ed Economia, Recenti

Esistono posti al mondo nei quali la guerra è di casa, al punto che la notizia dei conflitti in atto non arriva quasi più, se non sporadicamente, sui nostri giornali: il Sudan del Sud (South Sudan) è uno di questi. Nato ufficialmente nel 2011 dopo che l’indipendenza dal Sudan fu ufficialmente dichiarata, il giovane Stato africano non ha conosciuto altro che sofferenza. Proviamo a scoprire insieme le cause di questa situazione angosciante.

About Maria Parenti

CORRISPONDENTE DALL'ESTERO | Classe 1988, emiliana. Laureata in Lettere, è appassionata da sempre alle tematiche ambientali e si sta ancora chiedendo cosa vuol fare da grande. Nel frattempo, tra un lavoro e l'altro, si è iscritta ad una specialistica in Economia e si è temporaneamente trasferita a Bruxelles. La contraddistinguono l'amore per la musica metal e per il cibo vegano.

frankenstein

Scrittrici in incognito: Mary Shelley e il suo “Frankenstein”

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Il consiglio del Libraio, Letteratura e Cultura, Recenti

Mary Shelley è stata una delle tante scrittrici e biografe che pubblicarono le loro opere in forma anonima, attraverso uno pseudonimo o col nome del marito. Nata a Londra il 30 Agosto del 1797, è stata una fra le maggiori saggiste inglesi e, attraverso la pubblicazione del romanzo gotico “Frankenstein” si è affermata come autrice di successo, nonostante le critiche subite fin dalla rivelazione del suo nome pochi anni dopo la pubblicazione. Non ci soffermeremo tanto sulla biografia di questa straordinaria scrittrice quanto sul ruolo-chiave giocato dall’autrice durante la sua vita: dare voce alle donne, attraverso la pubblicazione di un’opera sconvolgente e innovativa.

About Erica Ceola

REDATTRICE | Classe 1994, veneta. Laureata in Relazioni Internazionali, frequenta la magistrale in Storia dei conflitti contemporanei presso l'Università di Bologna. Topo di biblioteca, appassionata di vini e film Anni '50, ha deciso di dare forma al suo fanatismo per la storia scrivendo per "La Voce del Gattopardo".