VentiMesi_slideshow-03

Perché giochiamo

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Joystick, Musica e Arti Visive, Recenti

A volte ritengo che il distacco dal mezzo video-ludico sia semplicemente una questione storica: i giochi hanno iniziato ad avere una popolarità di massa, grazie allo sviluppo tecnologico, solo a partire dalla fine degli Anni ’70 e inizio Anni ’80. Prima i videogiochi erano retaggio degli addetti ai lavori, cioè gli ingegneri informatici. A differenza della musica che esiste da millenni, o il cinema che ormai ha oltre un secolo di vita, i videogiochi hanno approssimativamente quarant’anni: un po’ pochi.

About William Zancan

COLLABORATORE | Vive in Provincia di Treviso, laureato alla magistrale in Scienze Filosofiche presso l'Università degli Studi di Padova. Nutre svariati interessi tra cui la musica, il gaming, la scienza e lo sviluppo tecnologico. Vorrebbe esserci quando il primo uomo atterrerà su Marte.

in-evidenza

“Hyper Light Drifter”: il gioco nato da una malattia cardiaca

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Joystick, Musica e Arti Visive, Recenti

Di giochi Indie ne escono in continuazione e orientarsi tra i vari titoli può essere davvero impegnativo. Abbiamo già parlato di “Stardew Valley” e di altri titoli interessanti per ulteriori riflessioni. Tra di loro aggiungerei quindi un altro gioco che mi è capitato sotto mano recentemente, per quanto la sua uscita risalga a Luglio 2016: “Hyper Light Drifter”.

About William Zancan

COLLABORATORE | Vive in Provincia di Treviso, laureato alla magistrale in Scienze Filosofiche presso l'Università degli Studi di Padova. Nutre svariati interessi tra cui la musica, il gaming, la scienza e lo sviluppo tecnologico. Vorrebbe esserci quando il primo uomo atterrerà su Marte.

tastiera

Si può amare, mentre giochiamo?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Joystick, Recenti, Scienza e Salute

Siamo abituati ad immedesimarci nelle storie d’amore dei film, delle serie TV e, quando va bene, le viviamo in prima persona. Più difficile è relazionare l’amore ai videogiochi. Spesso innamorarsi delle ragazze nei videogiochi è “deprimente”; si può essere d’accordo, ma solo in parte. È innegabile ci sia un sentimento intimo che si instaura con certe giochi e certe trame. Mi spiego, ma attenzione: quello che segue non è una triste difesa del mondo virtuale, di una facile fuga dalla realtà per permettere di realizzarsi in un mondo fittizio.

About William Zancan

COLLABORATORE | Vive in Provincia di Treviso, laureato alla magistrale in Scienze Filosofiche presso l'Università degli Studi di Padova. Nutre svariati interessi tra cui la musica, il gaming, la scienza e lo sviluppo tecnologico. Vorrebbe esserci quando il primo uomo atterrerà su Marte.

fafslhy

La bella storia di “Stardew Valley”

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Joystick, Musica e Arti Visive, Recenti

Nell’ambiente dei videogiochi indie trovare dei prodotti solidi non è scontato, soprattutto quando alla base del loro sviluppo c’è solo una mente. “Stardew Valley” rientra proprio in questa categoria. Se siete amanti delle grafiche 2D o semplicemente nostalgici di quando giocavate ai Pokémon con il Game Boy, avete davanti qualcosa che dovreste provare.

About William Zancan

COLLABORATORE | Vive in Provincia di Treviso, laureato alla magistrale in Scienze Filosofiche presso l'Università degli Studi di Padova. Nutre svariati interessi tra cui la musica, il gaming, la scienza e lo sviluppo tecnologico. Vorrebbe esserci quando il primo uomo atterrerà su Marte.

maxresdefault

“Pokémon Go”: il progresso a tinte vintage

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Joystick, Musica e Arti Visive, Recenti

Era il Febbraio del 1996 quando, nel Paese del Sol Levante, vide la luce un progetto di belle speranze ideato da Satoshi Tajiri. Ad oltre vent’anni e 275 milioni di videogames venduti da allora nasce “Pokémon Go”, una (quasi) rivoluzione per il mobile gaming. Un viaggio tra origini e prospettive del mondo Pokémon.

About Jacopo Gramegna

REDATTORE | Classe 1996, ex cestista ed ex Parlamentare Regionale dei Giovani in Puglia, diplomato al Liceo Classico. Attualmente è studente di Giurisprudenza d'Impresa presso l'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro". Divoratore instancabile di film e studioso di tattica sportiva, nutre una passione viscerale per i racconti che gravitano attorno ai campi da gioco. Si diletta in uno storytelling che possa far convergere le sue numerose anime. Primo Pianista per "NbaReligion.com".