The-Handmaids-Tale

La serie del 2017: “The Handmaid’s Tale”

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, Settima Arte

“The Handmaid’s Tale” è una serie fantascientifica ideata e prodotta da Bruce Miller e distribuita dalla società statunitense Hulu. Quest’ultima si basa liberamente sul romanzo omonimo della scrittrice canadese Margaret Atwood. La prima stagione è andata in onda da Aprile fino a Giugno, per un totale di dieci episodi ed è stata subito un successo. Proviamo a scoprire insieme il perché.

About Giulia Masciavè

REDATTRICE | Classe 1994, pugliese, laureata in Studi Internazionali a Trento. Attualmente vive in Germania, con cui è stato amore a prima vista, un po' come con i Pink Floyd e i Coldplay. Non ama: sessisti, razzisti, omofobi, formaggio sulla pasta e cime di rapa. Difende la libertà di espressione, ma è consapevole che essa talvolta generi idee del cavolo.

Barriere - Wallpaper

“Barriere”: certe barriere vanno abbattute

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, Settima Arte

«Il significante cinematografico non lavora per proprio conto ma è tutto intento a cancellare le tracce dei suoi passi, ad affacciarsi immediatamente sulla trasparenza di un significato, di una storia che in realtà è costruita da quel significante ma che esso finge solo di “illustrare”». “Barriere” (“Fences Movie”), diretto e interpretato da Denzel Washington, è un film costellato di indizi e “segni” che fanno andare avanti la storia, contribuiscono alla sua costruzione senza volerlo dare a vedere ma che, al contempo, se debitamente isolati, possono rivelarne altri aspetti, quelli meno ovvi e per questo più interessanti.

About Enrico Riccardo Montone

REDATTORE | Classe 1993, laureato in Comunicazione. Amante del cinema, è recensore di film. Cresciuto a pane e Stanley Kubrick, miscelati al culto per Federico Fellini, si impegna in iniziative ambientali. Nel 2014 ha scritto il libro "A ciascuno il suo cinema".

Jumanji-e1489401464421

Perché il sequel di “Jumanji” è già incredibilmente fastidioso

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, Settima Arte

Il 22 Dicembre 2017 uscirà nelle sale statunitensi “Jumanji: Welcome to the Jungle”, sequel diretto da Jake Kasdan del film del 1995 di Joe Johnston Sketchbook. E già da questa primissima frase avrete sicuramente notato che qualcosa non va. Come al solito, un passo indietro prima di farne tre avanti: cos’era, cos’è stato e cos’è “Jumanji”? Chiunque sia nato dopo la metà degli Anni ’90 (o abbia vissuto gli Anni ’90 dentro una sorta di bolla spazio-temporale) si accontenti di una sola parola: cult.

About Mattia Carapelli

REDATTORE | Nato a Siena il 15 Giugno del 1991, studia presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Siena. Lettore onnivoro e cinefilo convinto, nel 2014 ha pubblicato il suo primo romanzo, "Ironica", con la casa editrice Montedit.

Fortunata - Wallpaper

“Fortunata”: la Mouchette contemporanea

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, Settima Arte

I romanzi di Margaret Mazzantini nascono da forti motivazioni sociali e morali. Con i suoi volumi, ella vuole dare la parola agli ultimi, quelli che non hanno voce nella nostra società, che occulta la miseria con lo strepitio e il luccichio della ricchezza e dell’apparenza. Ma non si tratta più degli sfruttati strutturali all’organizzazione capitalistica del lavoro. Non esiste il lavoro organizzato in uno spazio e in una comunità o in una città identificati. In questo senso, “Fortunata” è il film più estremo e compiuto degli ultimi anni. Un film privo di barriere e di distanze ma carico di umori.

About Enrico Riccardo Montone

REDATTORE | Classe 1993, laureato in Comunicazione. Amante del cinema, è recensore di film. Cresciuto a pane e Stanley Kubrick, miscelati al culto per Federico Fellini, si impegna in iniziative ambientali. Nel 2014 ha scritto il libro "A ciascuno il suo cinema".

392936

“Raw”, divorare se stessi: la recensione dell’horror di cui tutti parlano

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, Settima Arte

Presentato l’anno scorso al Festival di Cannes, “Raw” di Julia Ducournau ha sconvolto il pubblico di tutto il mondo. Tra cannibalismo e contraddizioni generazionali, ecco cosa nasconde il film francese più chiacchierato della stagione.

About Mattia Carapelli

REDATTORE | Nato a Siena il 15 Giugno del 1991, studia presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Siena. Lettore onnivoro e cinefilo convinto, nel 2014 ha pubblicato il suo primo romanzo, "Ironica", con la casa editrice Montedit.