La-scelta-delle-scarpine-Ph.Irene-Rizzotti

Recensione alla silloge poetica “Lasciami danzare” di Gabriella Valera Gruber

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Recenti, Zibaldone

“Lasciami danzare” è la voce della poetessa che sussurra e rivendica il proprio diritto alla libertà di essere se stessa fino in fondo ed esprime il desiderio di aprire la cassaforte delle emozioni. Danzare, quindi, acquisisce il significato di modulare i movimenti del corpo con il ritmo della vita e dell’anima. E si fa suggello di una misteriosa unione tra l’immanente e il trascendente.

About Carla Maria Casula

REDATTRICE | Figlia della Sardegna, classe 1975. Giornalista pubblicista, si occupa di linguistica sarda con particolare attenzione nei confronti dei fenomeni lessicali, fonetici e morfologici. Scrittrice a tempo pieno, ha all'attivo tre sillogi poetiche in lingua italiana e numerosi riconoscimenti in concorsi di poesia regionali e nazionali. Studentessa di Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Cagliari, tra cerimonie di premiazione e presentazioni di libri spera di concludere quanto prima il suo percorso universitario. Sogno nel cassetto: un allevamento sterminato di gatti neri.

auschwitz-camps-de-la-mort-1

“Se questo è un uomo” di Primo Levi: una riflessione sull’animo umano

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Recenti, Zibaldone

“Se questo è un uomo” è un libro familiare. Di solito viene proposto come lettura scolastica, specialmente quando si affronta l’argomento Secondo Conflitto Mondiale e annessi. Spesso passa come testimonianza delle condizioni dei deportati nei campi di prigionia nazisti, ma gli intenti del suo autore, Primo Levi, andavano molto al di là di questo, seppur importantissimo, valore documentario.

About Diletta Solinas

REDATTRICE | Classe 1992, sarda. Adora la lettura, l'arte, i film, i viaggi, i programmi di Piero e Alberto Angela e guarda ancora con meraviglia il mare e la natura. Laureata in Lettere sulla via dell'antico, ora prosegue gli studi in Italianistica e per questo si sente un po' un ibrido.

Castelmezzano, Matera

Recensione alla silloge “Ad ali spiegate” di Teresa Rosito

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Recenti, Zibaldone

È risaputo che i poeti hanno una capacità del tutto peculiare di osservare la realtà, di scoprire squarci di luce là dove chiunque è accecato dal buio, di modellare guizzi di memorie in forme sui generis e plasmare icone di presente con l’argilla singolare dei versi, senza tuttavia accantonare quello spirito critico, alimentato dalla bussola del raziocinio, che consente di tracciare con precisione nuclei di verità collettiva. È il caso che riguarda il microcosmo cantato da Teresa Rosito, nella sua prima raccolta poetica data alle stampe dal titolo “Ad ali spiegate”.

About Carla Maria Casula

REDATTRICE | Figlia della Sardegna, classe 1975. Giornalista pubblicista, si occupa di linguistica sarda con particolare attenzione nei confronti dei fenomeni lessicali, fonetici e morfologici. Scrittrice a tempo pieno, ha all'attivo tre sillogi poetiche in lingua italiana e numerosi riconoscimenti in concorsi di poesia regionali e nazionali. Studentessa di Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Cagliari, tra cerimonie di premiazione e presentazioni di libri spera di concludere quanto prima il suo percorso universitario. Sogno nel cassetto: un allevamento sterminato di gatti neri.

1200px-Giorgio_caproni

Siamo tutti un po’ “Caproni”: i maturandi alle prese con le scelte “di nicchia” del MIUR

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Recenti, Zibaldone

Tema scottante quello sull’autore Giorgio Caproni​, comparso nella tipologia A della prima prova dell’Esame di Stato. Tra sgomento, sguardi disperati e mandibole dislocate, in questi giorni anche molti già maturi si sarebbero trovati in difficoltà di fronte all’analisi testuale di “Versicoli quasi ecologici”, poesia tratta dalla raccolta “Res amissa” e pubblicata postuma nel 1991. Cerchiamo dunque di colmare alcune lacune e fornire qualche informazione basilare su chi fu e cosa scrisse questo poeta livornese. Tra sgomento, sguardi disperati e mandibole dislocate, in questi giorni anche molti “già maturi” si sarebbero trovati in difficoltà di fronte all’analisi testuale di Versicoli quasi ecologici, poesia tratta dalla raccolta Res amissa (dal latino, letteralmente Cosa perduta) e pubblicata postuma nel 1991.

About Beatrice Furini

REDATTRICE | Classe 1996, originaria di uno sperduto paesino della brumosa Pianura Padana, dove ha lasciato il cuore, frequenta ora la triennale di Filosofia presso l'Università degli Studi di Bologna. Irriducibile sognatrice, viaggia per scoprire e scoprirsi. Scrive per necessità e non smette mai di meravigliarsi.

Dante

La madre di tutte le soap: la “Vita nova” di Dante Alighieri (Prima Parte)

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Recenti, Zibaldone

Qual è l’immagine concreta che ci siamo fatti di Dante Alighieri? Ogni poeta e scrittore si presta a tipizzazioni, a volte un po’ stereotipate, che s’ispirano alla loro opera creando una fisionomia e un carattere inconfondibili, a volte delle caricature: Gabriele D’Annunzio è l’eterno piacione, il playboy incallito e lussurioso; Giacomo Leopardi il ragazzino sociopatico e bullizzato. E l’immagine di Dante, invece, qual è? Scopriamola insieme, attraverso una delle sue opere più importanti.

About Marco Del Colombo

REDATTORE | Toscano, nato prematuro ma ormai venticinquenne. Si è laureato in Lettere Moderne presso l’Università di Pisa con una tesi su Massimo Bontempelli e il Realismo Magico. Attualmente frequenta la magistrale di Italianistica. Lettore onnivoro, ama il cinema, i cani, il calcio e il pane con la finocchiona.