22195956_490057871374377_8175881811032705732_n

“Badia Lost and Found”: alla ri-scoperta della bellezza nel cuore di Lentini

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Pathos, Recenti

«La bellezza salverà il mondo». Furono queste le parole – insieme a molto altro – che lo scrittore e filosofo russo Fëdor Dostoevskij ha tramandato ai posteri. Un dono da custodire, ma soprattutto da assolvere: affinché il presente sia in grado di preservare la civiltà, onorando il passato e gettando le basi per il futuro. Eredità filosofica brulicante per il globo, ha varcato i confini di una ridente angosciata Lentini conquistandone letteralmente le mura, dopo averla colta nell’intimo: il suo centro storico. Un viaggio alla ri-scoperta della bellezza, del cuore e dell’anima, da cui non potevamo certamente esimerci. Ed è per questo che abbiamo deciso di interloquire con una guida d’eccezione, Giorgio Franco, tra i pensatori/ideatori del progetto che andremo a focalizzare.

About Emanuele Grillo

DIRETTORE RESPONSABILE |

arthur-rimbaud-9458957-1-402

Enfant prodige, poeta e genio maledetto: la vita di Arthur Rimbaud

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Pathos, Recenti

Arthur Rimbaud è considerato uno dei poeti più rivoluzionari del suo tempo: giovane artista controcorrente, prese parte ai fermenti sociali e politici del suo Paese, influendo con le sue idee nella produzione di profondi cambiamenti in ambito letterario e artistico. Come un boomerang di sovversione ed irrequietezza, egli contribuisce alla creazione di espressioni rivoluzionarie che incideranno su tutte le correnti artistico-letterarie seguenti.

About Erica Ceola

REDATTRICE | Classe 1994, veneta. Laureata in Relazioni Internazionali, è iscritta alla magistrale in Storia dei conflitti contemporanei presso l'Università di Bologna. Attualmente vive a Parigi, dove frequenta l'Università "La Sorbona". Topo di biblioteca, appassionata di vini e film Anni '50, ha deciso di dare forma al suo fanatismo per la storia scrivendo per "La Voce del Gattopardo".

Author Kazuo Ishiguro poses for the media outside his home, following the announcement that he has won the Nobel Prize for Literature, in London, Britain October 5, 2017. REUTERS/Toby Melville     TPX IMAGES OF THE DAY

Kazuo Ishiguro: le infinite sorprese del Premio Nobel

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Il consiglio del Libraio, Letteratura e Cultura, Recenti

Lo scorso 5 Ottobre, alle tredici in punto, la delegata della Svenska Akademien – davanti a una nutrita folla di giornalisti in attesa – ha annunciato il nome del vincitore del Nobel per la Letteratura. Quest’anno, ad aggiudicarsi il prestigioso premio, è stato il romanziere giapponese naturalizzato britannico Kazuo Ishiguro. Una decisione che lascia parzialmente sbigottiti: scopriamo insieme il perché.

About Paolo Caponetto

COLLABORATORE | Classe 1985, siciliano. Laureato in Filologia Moderna, frequenta il dottorato di ricerca in Studi sul Patrimonio Culturale presso l'Università degli Studi di Catania. È visiting Ph.D. student all'Università di Vienna e si occupa prevalentemente di digital humanities. In passato ha collaborato con la redazione siracusana de "Il Giornale di Sicilia". Autore del romanzo "Scambio d'estremi", edito da Prospero editore, e di racconti pubblicati in diverse raccolte, è un appassionato di letteratura e di politica. Risiede attualmente a Vienna.

Italia1750M

“De vulgari eloquentia” di Dante Alighieri: gli albori della nostra lingua

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Recenti, Zibaldone

Dante Alighieri viene spesso identificato come il padre della lingua italiana. Sarebbe più opportuno affermare che egli sia stato l’unico autore ad essere riuscito a darle piena coscienza delle potenzialità stilistiche e artistiche di cui poteva disporre, in un periodo in cui essa era ancora in piena formazione e in via di sviluppo. I risultati di questo suo intento sono riscontrabili chiaramente sia all’interno della “Divina Commedia” sia, in maniera più tecnica ed evidente, nel “De vulgari eloquentia”.

About Marina Muggianu

COLLABORATRICE | Nata in Sardegna nel 1992, diciannove anni più tardi prende il mare e approda in Toscana. Da quel momento vive a Pisa, dove attualmente approfondisce la sua passione per la letteratura italiana. Adora le escursioni, i libri e la cancelleria.

185489229_1305138b6f_b

Ercole e Atlante giocano a palla con il mondo: un dialogo di Giacomo Leopardi

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Recenti, Zibaldone

Giacomo Leopardi è stato uno dei più grandi poeti italiani dell’Ottocento, amato o odiato, capito o incompreso da innumerevoli generazioni di scolari che lo hanno studiato nella loro carriera. Una parte della sua produzione in prosa è costituita dalle “Operette morali”, ventiquattro dialoghi scritti sul modello di Luciano di Samosata. E in questo articolo si approfondirà il secondo testo contenuto al suo interno, intitolato “Dialogo d’Ercole e di Atlante”.

About Diletta Solinas

REDATTRICE | Classe 1992, sarda. Adora la lettura, l'arte, i film, i viaggi, i programmi di Piero e Alberto Angela e guarda ancora con meraviglia il mare e la natura. Laureata in Lettere sulla via dell'antico, ora prosegue gli studi in Italianistica e per questo si sente un po' un ibrido.