desaparecidos

La dignità della memoria argentina: El Conti no se achica

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Costume e Società, Little Italy, Recenti

Quattordici anni fa il Presidente Néstor Kirchner e il sindaco di Buenos Aires firmarono per l’istituzione di una spazio della memoria, proprio dove erano stati perpetrati gli orrori peggiori della dittatura e si dette impulso così ad una serie di processi che hanno messo alla sbarra un battaglione di militari: dagli alti comandi dell’Esercito argentino ai soldati semplici, impiegati nel ruolo di aguzzini. In questo giardino nel bel mezzo della periferia chic di Buenos Aires, dove oggi corrono viali alberati, sorgono villette con giardino, animati caffè e locali, negli anni della dittatura venivano perpetrate torture, erano imprigionati quelli che poi sarebbero diventati i “desaparecidos”.

About Palomar

CORRISPONDENTE DALL'ESTERO |

Imagine

Imagine

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in Agenda, Costume e Società, Recenti

Immaginate un mondo senza divisioni, senza livori, senza guerre. Chi di noi non l’ha mai fatto? Il superamento degli squilibri tra individui e il raggiungimento di una condizione idealmente ottimale, tanto per il singolo quanto per l’intera collettività, ha rappresentato – e rappresenta – l’obiettivo più elevato che qualsiasi civiltà possa mai prefissarsi. Il più nobile, ma anche il più difficile. Quell’inesauribile sete di noi esseri umani nel provare a teorizzare e ad applicare, con le correnti e i metodi più diversificati, quel “percepir comune” che ci lega indissolubilmente. Provare a tramutare l’intangibile in tangibile, l’illusione in realtà.

About Emanuele Grillo

DIRETTORE RESPONSABILE | Classe 1991, siciliano fino al midollo. Studente di Giurisprudenza con orientamento Internazionalistico-Comparatistico presso l'Università degli Studi "Link Campus University" di Roma, ha frequentato il Liceo Classico "Gorgia" di Lentini (SR). Appassionato di scrittura, ha vinto numerosi premi. Immerso nella musica sin da piccolo, suona il pianoforte e ha maturato una certa esperienza in ambito corale-polifonico. Ma non lasciatevi ingannare: è in grado di ascoltare (quasi) tutto, passando in un nanosecondo dalla "Messa di Requiem in Re minore K 626" di Wolfgang Amadeus Mozart a "Stairway To Heaven" firmata Led Zeppelin. Idealista, sognatore e pragmatico all'occorrenza, aspira a cambiare il mondo e a tirar fuori il meglio dalle persone; nel tempo libero, comunque, ritorna coi piedi per terra. Europeista ed antifascista convinto, progressista, crede nella giustizia sociale e nel rispetto degli ultimi. Ritiene che la legalità non sia mai un optional. Ama i viaggi, la lettura, la sua terra, il mare e i boschi. Di fede juventina da quando ha memoria, fotografo a fasi alterne, nutre un amore segreto per l'Oriente.

net neutrality

Bye-bye Net neutrality: è arrivato l’internet della disuguaglianza

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Agenda, Costume e Società, Recenti

Con l’abolizione della Net neutrality negli Stati Uniti viene scritta una nuova pagina della storia di internet, sicuramente più oscura e inquietante. La decisione della FCC metterebbe fine al principio per cui la rete è uguale per tutti, un pericolo per la libertà e la democrazia e tutti abbiamo solo da perderci.

About Stella Sacco

REDATTRICE | Classe 1986, con doppia cittadinanza italiana e napoletana. Giornalista con una laurea triennale in Scienze della Comunicazione a Napoli e una magistrale in Scienze Politiche a Bologna. È curiosa e si interessa di tutto, in particolar modo di politica & attualità e di marketing & comunicazione. Tra esperienze lavorative in copywriting e concerti, sogna un futuro in qualunque posto del mondo.

25323968_785800008271443_502539894_n

Periferie: tra splendore e degrado

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Agenda, Costume e Società, Recenti

Il 28 Ottobre 2017 sono stati resi noti i progetti vincitori della seconda edizione del Concorso Periferie Urbane indetto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in associazione con il Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori. L’obiettivo dell’iniziativa è la riqualificazione delle periferie italiane. Ed è proprio la riqualificazione delle periferie uno degli argomenti più dibattuti nel nostro secolo. Il principale esponente di questa battaglia è Renzo Piano, architetto e senatore a vita, che ha deciso di destinare il suo stipendio al Progetto G124.

About Simona Ghezzi

REDATTRICE | Classe 1994, napoletana. Laureata alla triennale in Ingegneria Gestionale, prosegue gli studi nella sua città natale, ma viaggia da quand'era piccola e sogna di andare via. Non potrebbe vivere senza un libro sul comodino e nutre una grande passione per il cinema. Ama il confronto e le interessano particolarmente i temi sociali e l'attualità.

copertina

La Russia tra ripresa economica, soglia di povertà e salari minimi

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Costume e Società, Little Italy, Recenti

In base ai dati presentati di recente dalla Banca centrale della Federazione Russa, il prodotto interno lordo (PIL) della Russia ha continuato a crescere anche nel terzo trimestre del 2017 e, secondo le previsioni, il suo incremento proseguirà anche nell’anno corrente attestandosi tra l’1,7% e il 2,2%. Ma tali dati quanto riflettono la percezione che la popolazione ha della propria condizione economica?

About Irene Iacono

CORRISPONDENTE DALL'ESTERO | Classe 1986, originaria di Cavazzo Carnico (UD). È laureata ad Udine in Traduzione e Mediazione culturale. Vive a Mosca ma, appena può, si rifugia tra le montagne della Carnia. Le sue passioni sono la letteratura, i viaggi, le lunghe camminate, il cinema americano classico e la sua gatta Zuzula.