Brasil, Brasília, DF. 07/05/2009. O presidente Luiz Inácio Lula da Silva em cerimônia de formatura de diplomatas do Instituto Rio Branco, em Brasília. - Crédito:BETO BARATA/AGÊNCIA ESTADO/AE/Código imagem:49826

Luiz Inácio Lula da Silva: tra la leggenda e il fango

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Costume e Società, Little Italy, Recenti

La vita pubblica dell’ex Presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva è una serie di eventi senza precedenti. Per risaltare le azioni intrepide della sua visione di Governo, al “petista” sembrava prudente iniziare i suoi discorsi dichiarando che «mai prima nella storia di questo Paese» le cose erano stato condotte in quel modo. Tuttavia, al contempo, il Brasile non aveva mai avuto un Presidente condannato per il crimine più mediocre che dimora nelle viscere della politica: la corruzione.

A vida pública do ex-presidente brasileiro Luiz Inácio Lula da Silva é uma sucessão de eventos inéditos. Para ressaltar as diretrizes arrojadas de sua visão de governo, ao “petista” parecia prudente iniciar seus discursos declarando que «nunca antes na história desse País» as coisas haviam sido daquele jeito. Todavia, o Brasil também nunca havia tido um presidente condenado pelo crime mais medíocre que habita as entranhas da ação política: a corrupção.

About Douglas Fedel Zorzo

CORRISPONDENTE DALL'ESTERO | Brasiliano, nato a Toledo (Paraná) nel 1989. Discendente di immigrati italiani, è laureato in Filosofia ed è dottorando in Etica e Filosofia Politica presso l’UNIOESTE - Universidade Estadual do Oeste do Paraná. Dichiaratamente repubblicano, è interessato ai problemi della democrazia odierna. Avido lettore degli scrittori del Rinascimento fiorentino, nel tempo libero si trasforma in un cinefilo e banjoista. Attualmente vive a Milano.

The-Handmaids-Tale

La serie del 2017: “The Handmaid’s Tale”

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, Settima Arte

“The Handmaid’s Tale” è una serie fantascientifica ideata e prodotta da Bruce Miller e distribuita dalla società statunitense Hulu. Quest’ultima si basa liberamente sul romanzo omonimo della scrittrice canadese Margaret Atwood. La prima stagione è andata in onda da Aprile fino a Giugno, per un totale di dieci episodi ed è stata subito un successo. Proviamo a scoprire insieme il perché.

About Giulia Masciavè

REDATTRICE | Classe 1994, pugliese, laureata in Studi Internazionali a Trento. Ha vissuto qualche mese in Germania, con cui è stato amore a prima vista, un po' come con i Pink Floyd e i Coldplay. Risiede attualmente in Svezia per seguire un master in Media & Communication Studies Non ama: sessisti, razzisti, omofobi, formaggio sulla pasta e cime di rapa. Difende la libertà di espressione, ma è consapevole che essa talvolta generi idee del cavolo.

Castelmezzano, Matera

Recensione alla silloge “Ad ali spiegate” di Teresa Rosito

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Recenti, Zibaldone

È risaputo che i poeti hanno una capacità del tutto peculiare di osservare la realtà, di scoprire squarci di luce là dove chiunque è accecato dal buio, di modellare guizzi di memorie in forme sui generis e plasmare icone di presente con l’argilla singolare dei versi, senza tuttavia accantonare quello spirito critico, alimentato dalla bussola del raziocinio, che consente di tracciare con precisione nuclei di verità collettiva. È il caso che riguarda il microcosmo cantato da Teresa Rosito, nella sua prima raccolta poetica data alle stampe dal titolo “Ad ali spiegate”.

About Carla Maria Casula

REDATTRICE | Figlia della Sardegna, classe 1975. Giornalista pubblicista, si occupa di linguistica sarda con particolare attenzione nei confronti dei fenomeni lessicali, fonetici e morfologici. Scrittrice a tempo pieno, ha all'attivo tre sillogi poetiche in lingua italiana e numerosi riconoscimenti in concorsi di poesia regionali e nazionali. Studentessa di Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Cagliari, tra cerimonie di premiazione e presentazioni di libri spera di concludere quanto prima il suo percorso universitario. Sogno nel cassetto: un allevamento sterminato di gatti neri.

orbanszidlo-e1490700142809-1024x578

To trigger or not to trigger? L’Unione Europea al bivio dell’articolo 7 in Polonia

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Politica ed Economia, Recenti, Sguardo sul Mondo

Dopo un 2016 all’insegna del populismo e del sovranismo, con la vittoria della Brexit e di Donald J. Trump, il 2017 ha riservato “diverse piacevoli sorprese” per chi guardava con preoccupazione alle sorti dell’Unione Europea. In particolare, la Polonia merita speciale attenzione: proviamo a scoprire insieme il perché.

About Giada Negri

REDATTRICE | Classe 1994, lombarda. Studentessa di Studi internazionali presso l'Università degli Studi di Trento, è un'irrimediabile ottimista. Appassionata di geopolitica, ama conoscere nuove culture attraverso le storie della gente. Risiede attualmente a Londra.

Barriere - Wallpaper

“Barriere”: certe barriere vanno abbattute

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, Settima Arte

«Il significante cinematografico non lavora per proprio conto ma è tutto intento a cancellare le tracce dei suoi passi, ad affacciarsi immediatamente sulla trasparenza di un significato, di una storia che in realtà è costruita da quel significante ma che esso finge solo di “illustrare”». “Barriere” (“Fences Movie”), diretto e interpretato da Denzel Washington, è un film costellato di indizi e “segni” che fanno andare avanti la storia, contribuiscono alla sua costruzione senza volerlo dare a vedere ma che, al contempo, se debitamente isolati, possono rivelarne altri aspetti, quelli meno ovvi e per questo più interessanti.

About Enrico Riccardo Montone

REDATTORE | Classe 1993, è laureato in Comunicazione. Amante del cinema, è recensore di film. Cresciuto a pane e Stanley Kubrick, miscelati al culto per Federico Fellini, si impegna in iniziative ambientali. Nel 2014 ha scritto il libro "A ciascuno il suo cinema". Nel 2017 pubblica il suo secondo libro dal titolo "Birdman o (Le imprevedibili relazioni tra cinema e teatro)". Tale lavoro, frutto della rielaborazione della tesi di laurea, ha come oggetto lo studio dei rapporti tra cinema e teatro, un argomento che attiene a diversi aspetti e che suscita più di una problematica e molteplici connessioni.