fotoeffetti.com__final_97679065434_ - Copia

Tanti Auguri Gattopardo!

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Recenti

<>. Un Anno di Gattopardo, Un Anno Insieme.

About Redazione

PROFILO MULTIPLO | Sostenere la cultura, in tutte le sue forme, è per noi fondamentale: per questo scriviamo di arte, musica, libri, filosofia, storia e cinema: è da essa che si parte per cambiare veramente le cose, per argomentare con coscienza la realtà che ci circonda. Il titolo dell’opera del celebre Tomasi di Lampedusa è indubbiamente un punto di inizio - quasi provocatorio - da cui partire per dare una svolta con professionalità, cultura, passione e impegno, ignorando i richiami dei finti Gattopardi che mutano le forme, senza cambiare la sostanza delle cose, pur di sopravvivere.

Endkadenz

Verdena: il colpo di grazia

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Musica e Arti Visive, Recenti, The Musical Box

Endkadenz vol.1 fa un uso spropositato delle distorsioni, offende l’orecchio con melodie sotterranee e si ispira a un folle compositore. Ah, a proposito: è un album italiano, l’ultima fatica dei Verdena. Ed è spettacolare.

About Mr. Tambourine Man

Chi è Mr. Tambourine Man? Nessuno lo sa con certezza. Intorno a lui aleggia un'aura di mistero: per alcuni è un ex chitarrista dei Nirvana reso nostalgico dall'età, per altri un giovane rapper dal sound elettronico, per altri ancora una cantante di opera lirica con la passione per la pop dance. O forse lo stesso lettore. Mr. Tambourine Man vi guiderà in un viaggio mistico attraverso la musica.

140913-isis-militants-01_36eca3bf7c518cd8481745e9fb3f66dd

Convegno a Montecitorio: Stato Islamico “minaccia globale”

Pubblicato il 1 commentoPubblicato in Politica ed Economia, Recenti, Sguardo sul Mondo

Mercoledì 18 Febbraio, presso Palazzo Montecitorio a Roma, si è tenuto un convegno sul tema “Cristiani Perseguitati”. Il quadro emerso è intricato ed inquietante: lo Stato Islamico si rafforza in Siria ed in Iraq, si diffonde a macchia di leopardo nel Sinai, in Libia ed in Nigeria. I ventuno copti decapitati sulle coste mediterranee pochi giorni fa, sarebbero la punta di un iceberg di persecuzioni in atto. Lo Stato Islamico di Iraq e Siria è una minaccia seria per chi gli sta intorno. Perlomeno così esso vuole apparire attraverso le tv, i giornali e gli anatemi continui rivolti all’Occidente. Una risposta internazionale unita è auspicabile e, presto o tardi, probabilmente necessaria. Il tutto, però, evitando l’insano errore che i guerriglieri ISIS vorrebbero che commettessimo: ridurre la questione ad uno scontro di civiltà.

About Fabrizio Giovanni Vaccaro

COLLABORATORE | Classe 1991, è nato e cresciuto ad Augusta (SR). Diplomatosi al Liceo Classico "Megara" della sua città nel 2010, ha scelto poi di emigrare a Roma, dove studia Medicina e Chirurgia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore. Nutre essenzialmente tre passioni: l'attualità, la politica, l'Islam ed il Medio Oriente.

Toni_Servillo_foto_Gianni_Fiorito

“La Grande Bellezza” un anno dopo l’Oscar: il merito, il prestigio e il paradosso

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in Agenda, Costume e Società, Recenti

Tra le vicende internazionalmente rilevanti che ogni anno caratterizzano la seconda metà di Febbraio, la più suggestiva è sicuramente la Notte degli Oscar. Eppure, l’emozione provata due sere fa non ha eguagliato (e non avrebbe mai potuto eguagliare) quella provata l’anno precedente, per la premiazione dell’opera cinematografica in cui, forse, mi rivedo di più in assoluto, Mi sto riferendo, ovviamente, a “La Grande Bellezza” del regista Paolo Sorrentino, capolavoro italiano premiato come Miglior Film Straniero nel 2014.

About Martina Cimino

COLLABORATRICE | Classe 1993 e originaria di Teggiano (SA), vive a Pisa dove studia Giurisprudenza. Appassionata di letteratura, politica, storia e cinema, sogna un mondo in cui le giornate non durino soltanto ventiquattro ore.

africa

Il piccolo mare fra il Mondo Islamico e l’Occidente

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Costume e Società, Recenti, Sabbie del Tempo

L’Occidente e il Mondo Islamico, da sempre, son divisi dal “piccolo mare” chiamato Mediterraneo. Attraverso le sue onde partono messaggi, azioni di inimicizia e di odio. Era così già cinquecento anni fa, quando la Serenissima e l’Impero Ottomano, costretti da forze maggiori, dovevano aiutarsi l’un l’altro. Senza risparmiarsi, però, alcun tipo di guerra. Di inaudita violenza e crudeltà.

About Marco Pucciarelli

REDATTORE | Classe 1991, piemontese. Si è laureato in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi del Piemonte Orientale "Amedeo Avogadro" di Vercelli. Ha la passione per la storia, specie per quella romana.