Un-paese-di-Calabria2

Riace: oltre ai Bronzi c’è di più!

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Agenda, Costume e Società, Recenti

Siamo abituati a sentir parlare di immigrazione nel nostro Paese come dei “viaggi della speranza”, dei morti in mare, dei centri d’accoglienza stracolmi, delle risse e delle proteste di questi extracomunitari che ormai da anni assediano la nostra povera Italia. Siamo abituati a sentirne parlare, quasi sempre, in maniera negativa. Per una volta, invece, mi piacerebbe raccontare la storia di un esperimento ben riuscito, di un’esperienza positiva che potrebbe e dovrebbe fare da esempio per cambiare totalmente la prospettiva di un tale fenomeno che è l’immigrazione. Riuscendo a guardare gli immigrati come degli esseri umani, con i propri diritti e le proprie vite. Questo piccolo capolavoro è stato creato a Riace. Una cittadina che, oltre ai celebri Bronzi, possiede molto di più.

About Chiara Vilardo

REDATTRICE | Classe 1990, originaria di Sommatino (CL), studia Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Catania. Le piace leggere, soprattutto quando si tratta dei romanzi di Ken Follett. Adora la musica che appartiene al cantautorato italiano e negli ultimi tempi si sta avvicinando con interesse al mondo del cinema.

petrolio-trasposto_118324561

Atti di bellezza, di un territorio che reagisce

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Human Rights, Politica ed Economia, Recenti

Nascere e crescere in una terra ricca di risorse, di vita, di storia e di beni culturali vuol dire avere il dovere di assumersi delle responsabilità, ma soprattutto quello di ricordare. Ricordare chi siamo, cosa abbiamo e da dove veniamo. Un principio dal quale non si dovrebbe mai prescindere, e che diventa ancor di più un punto fermo nei momenti in cui il cosiddetto “potere” decide che tutto ciò che siamo deve cessare, che tutto ciò che abbiamo non è più nostro. Per quanto la nostra generazione faccia fatica a credere che i propri sforzi possano condurre a risultati concreti, non dovremmo mai dimenticare che, proprio come in tutti i problemi della vita, anche in quelli sociali si cela sempre quel “non so che” di positivo che forse è connaturato nell’uomo, persino in quello più pessimista. Quella nota impercettibile che, se amplificata, può far nascere qualcosa di bello. Quella nota che, in un momento di unione per contrastare il disagio, ci aiuta a camminare a testa alta.

About Martina Cimino

COLLABORATRICE | Classe 1993 e originaria di Teggiano (SA), vive a Pisa dove studia Giurisprudenza. Appassionata di letteratura, politica, storia e cinema, sogna un mondo in cui le giornate non durino soltanto ventiquattro ore.

141106-belgium-jsw-1104a_a081e898b82cacde1a761d23316a515e

La crisi è arrivata in Belgio: tra austerità ed euroscetticismo

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Costume e Società, Little Italy, Recenti

A Natale, lo sanno tutti, vanno messi da parte i problemi, lasciarli lì nell’angolo a riposare, aspettare che tutto passi o comunque procrastinare e procrastinare la ricerca di una soluzione. Rimandarla a domani. O anche a dopo a domani. Purché non sia oggi. C’è, invece, chi semplicemente non ci sta. Chi rimane fermo e lucido nonostante le luci di Natale siano un po’ abbaglianti. “C’è chi dice no”, cantava Vasco Rossi. E a urlare no, questa volta, sono i lavoratori belgi scesi in piazza più di una volta durante l’ultimo mese per manifestare il loro malcontento che cresce sempre di più, mentre il peso dell’austerità e dei tagli al welfare si fa sempre più insostenibile.

About Alessia Del Vasto

COLLABORATRICE | Classe 1994, di origini partenopee. EU Studies Fair Ambassador per POLITICO Europe, studia Scienze Politiche Internazionali presso l'Università di Pisa. Ha trascorso quest'anno accademico in Belgio, tra gaufres e case con i mattoncini rossi, per vivere quello che le piace definire "il sogno europeo".

kafka5

“Lettera al padre” di Kafka, come emblema dell’inettitudine moderna

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Letteratura e Cultura, Pathos, Recenti

L’inetto è una figura fortemente presente nella letteratura della prima parte del XX secolo. Da Kafka a Federigo Tozzi, da Luigi Pirandello a Italo Svevo. Tutti questi autori pongono questa figura al centro dei loro romanzi, tematizzandola all’interno delle vicende che gli fanno vivere, ma con sfumature diverse, rendendo così difficile darne una definizione univoca. E la figura paterna assume un ruolo cruciale, nella vita e nella psiche degli artisti di ogni tempo.

About Giulia Menegaldo

REDATTRICE | Nata in Provincia di Treviso, laureata alla triennale in Filosofia a Padova, ora vive a Bologna dove è iscritta al corso di laurea magistrale in Scienze Filosofiche. Coltiva anche le passioni per la letteratura, l'arte, il cinema e la musica. Dal 2013 è iscritta al Partito Democratico e partecipa alle attività del direttivo del piccolo Comune dove è cresciuta.

Trasmissione Telecamere

Intervista ad Enrico Rossi, Presidente della Regione Toscana

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Politica ed Economia, Quorum, Recenti

Il 2015, in Toscana, vorrà dire soprattutto elezioni regionali. Siamo riusciti ad ottenere un’intervista al personaggio più importante della politica locale: Enrico Rossi, Presidente uscente della Regione

About Fabiano Catania

COLLABORATORE | Classe 1990, siciliano di nascita ma pisano di adozione. Station Manager di RadioEco, radio dell'Ateneo di Pisa, da sempre ha una grande passione per la scrittura e l’informazione libera. Si interessa di musica indipendente ed è un appassionato del cinema d’autore.